Una copia delle “Osservazioni e proposte” di Scalabrini sulla legge Crispi è stata donata al presidente Mattarella. Nella foto, padre Gianni Borin con la delegazione dell'Istituto Comprensivo “Scalabrini” di Fino MornascoLunedì 16 settembre 2019, in occasione della cerimonia nazionale di inaugurazione del nuovo anno scolastico, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha incontrato all’Aquila le delegazioni di alcune scuole d’eccellenza. Tra queste è stato incluso anche l’Istituto Comprensivo Giovanni Battista Scalabrini di Fino Mornasco, il paese in provincia di Como in cui il il beato fondatore della congregazione scalabriniana nacque nel 1839.

Una “lettera aperta” sul tema migratorio

Per l’occasione i missionari scalabriniani hanno donato al presidente Mattarella una copia delle Osservazioni e proposte sul Disegno di legge sulla emigrazione italiana (legge Crispi) che monsignor Scalabrini inviò nel 1888 a Paolo Carcano, sottosegretario alle Finanze.

Una copia delle “Osservazioni e proposte” di Scalabrini sulla legge Crispi è stata donata al presidente MattarellaIl testo, ricordano monsignor Silvano Tomasi e Gianfausto Rosoli nel loro Scalabrini e le migrazioni moderne, è una lettera aperta che «si trasforma in una dura requisitoria, sostenendo che va difesa la libertà di emigrare, ma non quella di far emigrare, pur ammettendo la necessità di una disciplina da parte dello Stato». La mattina del 16 settembre padre Gianni Borin, vicario ed economo generale della congregazione, ha consegnato la copia alla delegazione dell’istituto Scalabrini, i cui professori ha incontrato il presidente Mattarella nel corso della stessa giornata.

f f
Cookies make it easier for us to provide you with our services. With the usage of our services you permit us to use cookies.