Tenutosi a Cape Town il 3 dicembre 2014, l'ICMA ha portato all'attenzione dei ricercatori e degli esperti convenuti la necessità di osservare come vadano le cose nel secondo più grande continente del pianeta. “La migrazione – ha ricordato Simon Bekker della University of Stellenbosch – non è una cosa facile: accogliere i migranti è una sfida personale e culturale e la situazione non si ripete mai nello stesso modo”.

Scarsamente popolata e storicamente rimasta a margine dei grandi cambiamenti epistomologici e sociali, l'Africa assume oggi un nuovo ruolo grazie all'attuale rivoluzione scientifica e una forte crescita economica, in particolare per quanto riguarda le esportazioni – si pensi soprattutto a Ghana, Kenya, Angola e South Africa. Può dunque indicare un cammino per raggiungere quella fase dello sviluppo in cui inizieremo finalmente a prenderci cura gli uni degli altri.

Tanti gli esperti. Quattro i panel tematici in cui è stata suddivisa la giornata:

 

 

f f