IMG 3062

A quasi un anno dall’inaugurazione di Casa Scalabrini 634, il progetto di promozione a Roma della cultura dell’accoglienza e dell’integrazione tra rifugiati, migranti e la comunità di Roma, è il turno di una nuova realtà scalabriniana d’accoglienza.

Padre Pio Finizio, missionario scalabriniano e direttore dell’ufficio Migrantes di ManfredoniaMartedì 23 agosto 2016 sono infatti arrivati a Siponto, in provincia di Foggia, i primi ospiti della nuova struttura di accoglienza Casa Scalabrini 16, promosso dai missionari scalabriniani e dall’Agenzia Scalabriniana per la Cooperazione allo Sviluppo (ASCS).

A dirigere la struttura, che può accogliere trentatré richiedenti asilo, è padre Pio Finizio: «al centro ci sarà l'attenzione alle singole persone accolte», in un «clima il più possibile familiare che sarà costruito pazientemente insieme ai preziosi operatori che ci affiancano».

I migranti, si legge nel comunicato stampa dei missionari scalabriniani, «provengono da Eritrea, Sudan, Somalia, Mali, Costa d’Avorio, Guinea, Sierra Leone, Ghana e Camerun e possono restare per il tempo necessario affinché una delle dieci commissioni territoriali, competenti per l’esame delle domande di asilo, esamini la loro richiesta di protezione internazionale».

 

 

f f
Utilizziamo i Cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Per continua ad utilizzare il nostro sito web acconsenti ai nostri Cookie.