La Tour Eiffel, simbolo di Parigi, la città che ha subito gli attentati il 13 novembre 2015. Sui tragici eventi che venerdì 13 novembre 2015 hanno sconvolto Parigi e il mondo, occorre interrogarsi senza cedere alla tentazione di chiudersi in casa. Così padre Lorenzo Prencipe, scalabriniano che dirige la pastorale dei migranti della conferenza episcopale francese, intervistato da Paolo Viana di Avvenire (Padre Prencipe: "Dietro l'ideologia religiosa altri motivi") e sul sito della Mission Catholique Italienne, di cui è rettore. «Che tipo di società la Francia ha costruito? Che tipo di società vuole continuare a perpetuare? Che tipo di unione tra persone di origini, culture e religioni diverse vorrà promuovere?».

Introducendo il messaggio del cardinale André Vingt-Trois sul sito della Mission, padre Prencipe ha invitato ad opporsi alla tentazione «di arrendersi al terrore, di pensare che è impossibile lottare contro il male che colpisce gli innocenti alle spalle, di chiudersi in casa e in se stessi o di abbandonarsi all'odio che distrugge il cuore dell'uomo».

La barbarie di cui si sono macchiati i terroristi, ha ricordato il cardinale Vingt-Trois, aumenta il dolore già intenso per gli attacchi e gli attentati che si stanno succedendo soprattutto in Nigeria e in altri paesi africani. «Dinanzi alla violenza degli uomini – ha scritto il cardinale – che ognuno di noi possa ricevere e coltivare la grazia di un cuore senza odio».

Un invito ripreso da padre Prencipe: «Ognuno di noi dovrà comunque ritrovare in se stesso quel sentimento di misericordia compassionevole che ci fa piangere i morti, soffrire con chi è nel dolore, essere solidali con quanti hanno portato soccorso a vittime e feriti, collaborativi con le forze dell'ordine incaricati di assicurare i colpevoli alla giustizia».

La Redazione

 

f f
Utilizziamo i Cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Per continua ad utilizzare il nostro sito web acconsenti ai nostri Cookie.