Da ieri, 18 marzo 2019, la nave della ONG Mediterranea resta ferma davanti a Lampedusa mentre dal palazzo del Governo si alza il solito proclama: “Non metteranno piede in Italia!”. La Guardia di Finanza aveva vietato lʼingresso nelle acque territoriali, ma la Guardia Costiera ha dato poi il via libera. Nel frattempo, proprio in queste ore, l’OIM denuncia altre morti e dispersi davanti alle coste della Libia. Padre Gnesotto, presidente di ASCS Onlus: "Sembra importare assai poco, però, alle nostre autorità che la salute dei naufraghi sia precaria".

Leggi la nota alla stampa

f f
Utilizziamo i Cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Per continua ad utilizzare il nostro sito web acconsenti ai nostri Cookie.