L’Austria ha avviato la costruzione di una barriera al passo del Brennero per fermare un eventuale e straordinario flusso di migranti provenienti dall’Italia. La Commissione europea, per bocca della portavoce Natasha Bertaud, esprime preoccupazione per il materializzarsi di un tale piano che ostacola il principio della libera circolazione, principio fondamentale dell’Ue, mentre il cancelliere austriaco Werner Faymann, anche sotto la pressione delle imminenti elezioni, conferma che «il management di confine al Brennero e le nuove misure legislative sul diritto d’asilo non sono auspicabili, ma necessari e giusti».

Leggi il comunicato

f f