Martedì 25 giugno 2019 si è svolto il ventesimo appuntamento con Dialoghi e Letture, l’iniziativa dell’Ufficio Comunicazione Scalabriniani (UCoS) e della Fondazione Centro Studi Emigrazione di Roma (CSER) per l’approfondimento del fenomeno della mobilità umana.

A Dialoghi e Letture, “La Legge del mare” di Annalisa CamilliIl mare non ha leggi, per questo c’è la legge del mare

A pochi giorni di distanza dalla Giornata mondiale del rifugiato (che si celebra in tutto il mondo il 20 giugno), la sede scalabriniana di Via Dandolo 58, a Roma, ha ospitato dalle ore 15,00 la presentazione del nuovo libro della giornalista Annalisa Camilli dal titolo La legge del mare. Cronache dei soccorsi nel Mediterraneo. Il volume, edito da Rizzoli, ricostruisce la genesi della narrazione contro le ong.

«In mare non ci sono stranieri o cittadini, clandestini o rifugiati, ma solo naviganti e naufraghi – si legge nell’introduzione, che è possibile leggere su Internazionale.it – I primi sono costretti da una legge naturale a soccorrere i secondi. Perché, come nel riflesso di uno specchio, tutti i naufraghi sono stati naviganti, tutti i naviganti potrebbero diventare naufraghi.

Questa logica binaria obbliga le imbarcazioni che vanno per mare a soccorrere chi è in difficoltà. Davanti a questo stato di necessità tutti gli altri interessi passano in secondo piano. Il mare non ha leggi, per questo c’è la legge del mare, estremo tentativo degli uomini di controllare le circostanze di pericolo in cui potrebbero trovarsi e, insieme, riconoscimento della propria inferiorità di fronte a un elemento naturale così potente».

Gli ospiti: Camilli, Colucci, Cataldi, Zerai

All’incontro, introdotto da padre Lorenzo Prencipe (presidente CSER), sono intervenuti, oltre all'autrice, Michele Colucci (ricercatore dell’Istituto di Studi sulle Società del Mediterraneo – ISSM, che proprio a Dialoghi e Letture ha presentato il suo Storia dell'immigrazione straniera in Italia), Valerio Cataldi (presidente dell’Associazione Carta di Roma), e padre Mussie Zerai, sacerdote eritreo impegnato da oltre dieci anni nel salvataggio dei migranti che rischiano la morte attraversando il Mediterraneo (come raccontato nel libro Padre Mosè. Nel viaggio della disperazione il suo numero di telefono è l’ultima speranza, scritto insieme al giornalista Giuseppe Carrisi).

Guarda il video dell'evento

Guarda l'intervento di Annalisa Camilli

Approfondire il fenomeno migratorio

Nata nel novembre 2016 per promuovere l’approfondimento del fenomeno migratorio, l’iniziativa Dialoghi e Letture offre l’occasione di ascoltare e interrogare esperti, ricercatori, scrittori e altre figureche con il proprio lavoro possono far luce su un fenomeno, quello migratorio, che ha più che mai bisogno di essere compreso e valorizzato.

#DialoghiEletture

Evento Facebook di Dialoghi e Letture del 25giugno 2019

Sfoglia i nostri album Facebook per scoprire di più

 

f f
Cookies make it easier for us to provide you with our services. With the usage of our services you permit us to use cookies.