La questione del presunto rapporto tra ong e trafficanti di uomini sta riempiendo le pagine dei media. Sul fronte della giustizia, a parte le parole pacate del procuratore di Siracusa che, rispondendo al collega di Catania, Zuccaro, ha affermato l’assenza al momento di “elementi investigativi”, è la politica a farla da padrone con i soliti schieramenti faziosi e con espliciti secondi fini che i vescovi italiani hanno definito un “atto ipocrita e vergognoso”.

Leggi il comunicato

f f