SCCT: pubblicato il report annuale 2017Nato nel 1994 per la promozione programmi di accoglienza, integrazione, formazionee assistenzaagli emigrati a Cape Town, lo Scalabrini Centre of Cape Town (SCCT) incoraggia la visione della migrazione come opportunità per lo sviluppo socio-economico ed è impegnato ad alleviare la povertà nel Western Cape, in Sudafrica.

Un beneficio per tutti

«Se la migrazione viene gestita correttamente, ne beneficiano tutti: i migranti, il paese di origine e il Sudafrica – ha dichiarato Miranda Madikane, direttore del Centre – Quindi dovremmo tenere in grande considerazione il contributo che la mobilità umana può dare alla formazione e al rinnovamento della società».

Le aree di attività dello SCCT: integrazione, protezione, assistenza e ricerca

Recentemente è stato pubblicato l’Annual Report 2017, nel quale vengono presentate le varie aree di attività e dove, accanto ai risultati raggiunti in ciascuna di esse (Highlights), troviamo anche la descrizione di casi esemplari (Success stories).

Lo Scalabrini Centre accoglie migranti da quattordici diversi paesi africani e offre servizi nei campi dell’integrazione (English School, Employment Access Programme, Women’s Platform, UNITE), del welfare e della protezione (Lawrence House, Welfare Desk), dell’assistenza paralegale (Advocacy Programme) e infine della ricerca.

Buona lettura.

L'Annual Report 2017

ll sito dello Scalabrini Centre of Cape Town (SCCT)

La pagina Facebook dello Scalabrini Centre of Cape Town (SCCT)

 

f f
Cookies make it easier for us to provide you with our services. With the usage of our services you permit us to use cookies.