Minori migranti non identificati: lo studio del SIHMAIn Sudafrica mancano i meccanismi per l’identificazione dei minori migranti non accompagnati e separati privi di documenti: anche se il loro numero non è ingente, tuttavia le conseguenze individuali sono purtroppo molto significative, e meritano attenzione e ricerca di soluzioni.

Che nascano nel paese da genitori stranieri privi di documenti o che vi arrivino da fuori malgrado il tentativo di rendere più rigoroso il controllo delle frontiere, i minori non possono essere adeguatamente protetti se non si fa nulla per far fronte all’attuale assenza di opzioni di documentazione. La cura di questo gruppo altamente vulnerabile diventa quindi una sfida ancora più ardua.

Bambini ad alto rischio di abusi

Unaccompanied and Separated Children in South Africa: is Return the Only Option? è il titolo di uno studio di Marilize Ackermann, Advocacy Officer presso lo Scalabrini Centre of Cape Town (SCCT), che dimostra come i bambini non accompagnati e separati non riescano sistematicamente a trovare l'aiuto degli assistenti sociali e come lottino non solo per accedere all’istruzione e ai servizi di protezione dell’infanzia ma anche per il diritto a un nome e nazionalità.

In queste condizioni, l’integrazione è impossibile e il risultato preoccupante è che i minori non accompagnati o separati rimangono in Sudafrica per lo più non rilevati e ad alto rischio di abusi, sfruttamento e apolidia. Una situazione che, chiaramente, va al più presto affrontata e arginata.

L’impegno dell’African Human Mobility Review

Di queste e altre questioni si occupa l’ultimo numero African Human Mobility Review (AHMR), la rivista dello Scalabrini Institute for Human Mobility in Africa (SIHMA) nata per incoraggiare e facilitare lo studio di tutti gli aspetti della mobilità umana in Africa (socio-economici, politici, legislativi e di sviluppo).

Attraverso la pubblicazione di ricerche originali l’AHMR offre un forum globale dedicato all’analisi delle tendenze contemporanee, ai modelli di migrazione e ad alcune delle più importanti questioni connesse alla migrazione.

Leggi l’ultimo numero dell’African Human Mobility Review

 

f f
Cookies make it easier for us to provide you with our services. With the usage of our services you permit us to use cookies.