Il Premio viene assegnato ad attività di integrazione da parte di enti pubblici o privati impegnati:

  • nell'accoglienza di rifugiati e richiedenti asilo;
  • negli istituti penitenziari per favorire una educazione alla legalità;
  • negli istituti scolastici per creare condizioni di incontro, dialogo e integrazione.

A ciascuna delle Magnifiche Sette Buone Pratiche classificate viene assegnato un fondo simbolico di 400 euro, frutto di apporti e donazioni di privati impegnati nel campo dell’integrazione.

Le domande devono essere inviate entro il 19 gennaio 2015 tramite uno dei canali proposti nel bando.

f f